Quarto Conto Energia

Il 12 maggio 2011 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Quarto Conto Energia, che regola gli incentivi per gli impianti solari fotovoltaici dal 1 giugno 2011 fino alla fine del 2016.

E’ prevista una diminuzione progressiva delle tariffe incentivanti della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici che entrano in esercizio successivamente al 31 maggio 2011, diminuzione che, scrivono nel decreto, “da un lato, miri ad un allineamento graduale dell’incentivo pubblico con i costi delle tecnologie, in linea con le politiche adottate nei principali paesi europei e, dall’altro, mantenga stabilità e certezza sul mercato.”

L’obiettivo indicativo di potenza installata a livello nazionale è di circa 23.000 MW, corrispondente ad un costo indicativo cumulato annuo degli incentivi stimabile tra 6 e 7 miliardi di euro.

Il testo prevede un sistema di regolazione automatica del livello degli incentivi in relazione alla potenza installata che entrerà a regime a partire dal 2013.
Rimane confermata l’erogazione dell’incentivo dal momento dell’entrata in esercizio dell’impianto, con la garanzia del rispetto dell’iter di connessione da parte del gestore di rete.

Sono ancora previsti premi aggiuntivi fino al 30% della tariffa per uso efficiente dell’energia; è stato fissato a 5 centesimi di euro/kWh il premio aggiuntivo per gli impianti installati in sostituzione di coperture contenenti amianto.

Inoltre, è stato introdotto un premio del 10% sui normali incentivi per gli impianti che presentano un costo di investimento- esclusa la parte relativa al lavoro – riconducibile per almeno il 60% a una produzione realizzata all’interno dell’Unione Europea (UE). A decorrere dal 2013, la tariffa a cui è applicato l’incremento è pari alla sola componente incentivante. Il premio, in ogni caso, viene riconosciuto sull’intera energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico, indipendentemente dall’uso che se ne fa.

Impianti solari fotovoltaici

Per gli impianti solari fotovoltaici, le tariffe sono differenziate per due gruppi di impianti:Normative2

  1. Impianti sugli edifici
  2. Altri impianti fotovoltaici (per esempio gli impianti a terra).

E sono suddivise per 6 classi di potenza:

  1. da 1 a 3 kW
  2. da 3 a 20 kW
  3. da 20 a 200
  4. da 200 a 1000
  5. da 1000 a 5000
  6. oltre 5000 kW.

Sono maggiormente incentivati gli impianti su edifici, in particolare i più piccoli. Sulla quota di energia autoconsumata è attribuita una tariffa specifica.

Dal secondo semestre 2013 si applicheranno riduzioni programmate rispetto alle tariffe vigenti nel semestre precedente: nel secondo semestre 2013 la riduzione sarà del 9%, nel primo semestre 2014 del 13% e altrettanto nel secondo, nel 2015 la tariffa si ridurrà del 15% nel primo semestre e di un ulteriore 15% nel secondo semestre; nel 2016 del 30% nel primo e di un ulteriore 30% nel secondo.

Per quanto riguarda le esculsioni e le cumulabilità con altri incentivi, le tariffe incentivanti del Quarto Conto Energia non sono applicabili qualora, in relazione all’impianto fotovoltaico, siano state riconosciute o richieste detrazioni fiscali. Inoltre, non possono accedere alle nuove tariffe incentivanti gli impianti che hanno beneficiato delle tariffe delle precedenti “versioni” del Conto Energia.

Per accedere alle informazioni sulle tariffe per le varie classi di impianto clicca sui link qui sotto:

[fonte quartocontoenergia.it]